Particolare del Retablo del Presepio del Maestro di Castelsardo

Anello sardo

Anello sardo
  • Nazione - Italia
  • Città - Cagliari
  • Luogo di conservazione - Pinacoteca Nazionale di Cagliari
  • Collezione - Acquisto Collezione Sanjust – 30. 6. 1924
  • Categoria - Oreficeria
  • Inventario - OR80
  • Materia e tecnica - Oro, vetri, pasta vitrea - Tecnica a traforo e filigrana
  • Dimensioni - Diametro cm. 2; castone cm. 4,1 x 4,1; peso gr 10
  • Datazione - Inizi XX secolo

Gli anelli, diffusissimi nella gioielleria popolare sarda, sono di diversi tipi.

Numerosi sono quelli con pietre incastonate, raramente preziosi, più spesso in pasta di vetro o in vetri colorati; alcuni anelli sono del semplice tipo a fascia, altri sono ornati da cammei. Caratteristici anelli comuni in tutta la produzione orafa  sono la cosiddetta “ fede sarda ” e un anello di fidanzamento del tipo detto maninfide, caratterizzato da due mani che si stringono di derivazione romana.

Anello in oro lavorato a traforo e filigrana con castone centrale e laterali in pasta vitrea azzurra, gli altri castoni sono costituiti da vetri color porpora e quattro trasparenti. Lavorazione dell’oro con un motivo a girali e petaliforme nei castoni esterni, sistemazione dei castoni “ a giardinetto ”.

Pagina Precedente