Particolare del Retablo del Presepio del Maestro di Castelsardo

Madonna col Bambino

  • Nazione - Italia
  • Città - Cagliari
  • Luogo di conservazione - Pinacoteca Nazionale di Cagliari
  • Categoria - Dipinti
  • Inventario - DI2
  • Materia e tecnica - Tempera su tavola con fondo oro
  • Autore - Alvaro Pirez
  • Dimensioni - cm 116 x 49,8
  • Datazione - 1420 circa

La tavola proviene dalla cappella delle Grazie del Convento di San Domenico di Cagliari; pervenne in Pinacoteca nel 1913 grazie al suo recupero operato dall'allora ispettore ai monumenti Carlo Aru il quale fu il primo a studiare attentamente l'opera (Aru, 1921) giungendo ad attribuirla, sulla base di un confronto con una "Madonna dell'Umiltà" del Museo Nazionale di Palermo, firmata e datata 1346, al pittore ligure Bartolomeo Pellerano da Camogli.

L'attribuzione, confermata successivamente da altri studiosi, è stata poi modificata dallo Zeri (1954) che la assegnò al portoghese Alvaro Pirez, sulla base del confronto con un altro dipinto, il cosiddetto "Trittico di Volterra" firmato dal pittore e datato dallo studioso intorno agli anni 1423-1424. I confronti stilistici più calzanti, secondo lo Zeri, sono da ricercare nella temperie culturale della Toscana (vengono indicati come referenti, fra gli altri, artisti del calibro di Taddeo di Bartolo da Siena e Lorenzo Monaco da Firenze), regione in cui il Pirez è attivo e documentato dal 1411 al 1434.

L'assegnazione dell'opera ad Alvaro Pirez appare tuttora convincente e condivisibile ed attesta, in maniera inequivocabile, il costante interscambio culturale tra l'area iberica, la Sardegna e la Penisola italiana.

Pagina Precedente