Particolare del Retablo del Presepio del Maestro di Castelsardo

Epigrafe

Epigrafe
  • Categoria - Materiale lapideo e stemmi
  • Inventario - LS11
  • Materia e tecnica - Marmo
  • Dimensioni - cm. 58 x 46
  • Datazione - XIII secolo (tra il 25 marzo 1295 ed il 24 marzo 1296)

L’alta e stretta lastra rettangolare in marmo mostra superiormente due scudi gotici affiancati entro cerci con tre occhielli: uno con quattro pali, l’altro interzato in banda con una sega dentata a cinque punte rivolta verso l’alto. Inferiormente su cinque righi l’iscrizione in lingua latina in bei caratteri di maiuscola epigrafica tardomedievale:

T(em)p(o)r(e) d(omi)nor(um) Ioh(an)is Garfa/g(n)ini rectoris (et) Nicolai / iudicis capit(anei) com(un)is / (et) p(o)p(u)li Castelli Cast(r)i cur(rentibus) / an(n)is D(omi)ni MCCXCVI

Il Baille da notizia nella Gazzetta di Sardegna del suo rinvenimento in Stampace ad opera dei Padri Minori nel 1830. da lì fu subito portata al Museo. Come lo dice lo Scano “ … deve indubbiamente riferirsi a qualche porta e torre dell’antica cinta pisana” .

Pagina Precedente